Slackware Packages

Inserisco qui alcuni pacchetti precompilati per Slackware 14.2 che solitamente uso.

Si trovano anche in altri siti ma in questi ci sono alcune modifiche che ho apportanto in fase di compilazione rispetto ai pacchetti “standard” che si trovano in rete.

Python3 –> python 3.6 compilato con –enable-optimizations

Resdhit –> redshift 1.8 compilato in modo da avere redshift-gtk GUI. (senza dipendenze di Gnome o Ubuntu. Ottimo per Xfce)

Freetype –> con subpxel attivato

https://www.dropbox.com/sh/3w62058ioz82fk5/AABL5Apu_mne9d1RbcpoNPLPa?dl=0

 

Firefox scrolling a scatti

Mi riferisco al problema di “refresh” della pagina.

Se anche a voi è capitato (sopratutto con w.m. tipo i3) che lo scrolling di firefox risulti poco piacevole da vedere, se non fastidioso, ecco un semplice trucco che potrebbe funzionare.

In about:config cercate layout.frame_rate.precise e modificare il valore (Value) da in true.

Già che ci siete potete aumentare il valore dello scrolling, che con certi mouse è davvero troppo basso, cercando la stringa mousewheel.min_line_scroll_amount e aumentare il valore (io uso 40).

Risoluzione secondo monitor DisplayPort

Quando si ha a che fare con adattatori ci sono sempre problemi.

Dopo aver acquistato un adattatore DisplayPort-VGA per poter utilizzare un vecchio monitor LG come secondo monitor, mi sono accorto che Fedora non riconosceva la risoluzione nativa del monitor.

Non era possibile risolvere il problema dalle Impostazioni di Gnome in quanto la risoluzione massima impostabile era di 1024. Chiaramente c’era una comunicazione errata, o non c’era affatto, tra monitor e scheda video a causa dell’adattatore.

In questo caso mi e’ venuto in aiuto un software chimato xrandr.

Per prima cosa ho ricercato la modeline da dare a xrandr, utilizzando cvt:

cvt 1920 1080

ottenendo come output:

Modeline “1920x1080_60.00” 173.00 1920 2048 2248 2576 1080 1083 1088 1120 -hsync +vsync

 

Questo output sara’, esclusa la parola “Modeline”, l’input per creare una nuova modeline con xrandr.

xrandr –newmode “1920x1080_60.00” 173.00 1920 2048 2248 2576 1080 1083 1088 1120 -hsync +vsync

Dopo aver creato la modeline bisogna aggiungere la modeline:

xrandr –addmode DisplayPort-1 1920x1080_60.00

DisplayPort-1 e’ il nome della mia seconda uscita del monitor, ovviamente puo’ essere diversa nel vostro caso, per scoprirla usate basta lanciare xrandr senza opzioni.

xrandr

Infine bisogna forzare la risoluzione del monitor dando questo comando:

xrandr –auto –output DisplayPort-1 –mode 1920x1080_60.00

Questi tre passaggi di xrandr vanno fatti ad ogni riavvio ed e’ quindi consigliabile creare uno script da aggiungere all’avvio di Gnome.

 

 

Ridimensionare barra del titolo e tab in Gnome 3.18

Questa è modifica veloce per avere un po’ più di spazio in Gnome 3.18, utile sopratutto negli schermi a bassa risoluzione.

Nell’esempio proposto le modifiche sono state fatte usando come base il tema Numix, ma penso siano applicabili anche a tutti gli altri temi.

Giusto per farvi capire cosa intendo vi metto degli screenshot del prima e del dopo:

Prima e Dopo la modifica del CSS

Prima e Dopo la modifica del CSS

vi assicuro che questa modifica fa una grande differenza, sopratutto se abbinata ad estensioni gnome-shell come Hide Top Bar.

Come fare per raggiungere questo risultato?

Basta creare il file ~/.config/gtk-3.0/gtk.css e aggiungere queste poche righe di codice CSS:

.header-bar.default-decoration {
    padding-top: 2px;
    padding-bottom: 2px;
}

.header-bar.default-decoration .button.titlebutton {
    padding-top: 2px;
    padding-bottom: 2px;
}

TerminalWindow .notebook {
    border: 0;
    padding: 0;
    color: #fff;
    background-color: shade(#313131, 1);
}

TerminalWindow .notebook tab:active {
    background-color: shade(#313131,1);
}

TerminalWindow .notebook tab {
    border-radius: 0px;
    padding: 2px;
    background-color: shade(#222, 1);
}

Una volta salvato il file basta riavviare la shell (alt+f2 –> r –> invio) e riavviare il terminale.

Ovviamente è possibile ridurre ancora i margini e il risultato resta utilizzabile ma molto, molto brutto.

Per chi fosse interessato, il font usato nel terminale è: Inconsolata